MISANO. HAYDEN LA RICOSTRUZIONE DELL’INCIDENTE SECONDO I PERITI

La dinamica dell’incidente stradale in cui è morto Nicky Hayden è ora analizzata nei minimi dettagli dai periti di parte. La bicicletta in carbonio dell’asso statunitense del motociclismo e la Peugeot del giovane 30enne di Morciano sono state esaminate riscontrando l’ottima condizione di freni e pneumatici della vettura e la rottura del telaio della bici.

Lo scenario dell’incidente è stato ricostruito al medesimo orario della tragedia allo scopo di valutare, ad esempio, se il sole ha condizionato la visuale all’incrocio tra Via Tavoleto e Via Cà Raffaelli. Le immagini del sistema di videosorveglianza di un’abitazione vicina e i rilievi della polizia municipale hanno indicato che il pilota americano non ha rispettato il segnale di stop.

La prova al computer stabilirà l’esatta velocità dell’auto su una carreggiata dove il limite è di 50 km/h. Un risultato da cui dipenderà la sorte giudiziaria del ragazzo di Morciano indagato per omicidio stradale. Ulteriori accertamenti saranno effettuati sul campo nei prossimi giorni.

Salvatore Occhiuto

Lascia un commento