Affidi, due fratelli tornano in famiglia

(ANSA) – REGGIO EMILIA, 17 LUG – Erano stati tolti ai
genitori cinque anni fa dai servizi sociali dell’Unione val
d’Enza finiti nello scandalo affidi, ma ora due fratellini
torneranno da loro. A raccontare la storia è il Resto del
Carlino di Reggio Emilia. La vicenda giudiziaria ha origine nel
2015 quando i piccoli – oggi il maschio e la femmina hanno
rispettivamente 7 e 9 anni – vennero strappati alla famiglia. Nei verbali degli assistenti sociali – tra cui la
responsabile dei servizi, Federica Anghinolfi, ritenuta figura
chiave nell’indagine ‘Angeli&Demoni’ e Cinzia Magnarelli (che ha
già patteggiato) – scrissero che la loro casa era “piena di
muffa, materassi per terra, vestiti ammassati e mobili
malmessi”, giudicando quindi non idonea l’abitazione per
crescere i figli. Verbali poi smentiti da un sopralluogo dei
carabinieri di Montecchio Emilia. E ieri mattina il tribunale
dei minori di Bologna ha notificato il ritorno definitivo in
famiglia, revocando tutti gli affidi precedenti. “Genitori
stupendi”, li definisce una perizia tecnica. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte