Antagonista urinò al banchetto di FdI. Giudice non la condanna per atti osceni

Il giudice non ha ritenuto che gli atti osceni in luogo pubblico fossero contestabili alla donna di 42 anni. “Apprendiamo che urinare in una via di passaggio in pieno pomeriggio e davanti al McDonald’s non costituisce atto osceno”, lamenta l’assessore De Corato.

Urinò presso il gazebo elettorale di Fratelli d’Italia a Milano come atto dispregiativo, ma per il giudice l’episodio non è passibile di condanna per atti osceni in luogo pubblico.