Arriva il piano “anti-balordi”

Il Viminale vara il piano “anti-balordi”. Il ministro degli Interni, Matteo Salvini dà il via ad una nuova strategia per combattere le violenze che si consumano in strada in diverse citàà da nord a sud.

Il piano del vicepremier muove i primi passi da Bologna e da Firenze. È lo stesso titolare degli Interni ad annunciarlo: “Darò direttive affinchè simili provvedimenti scattino in tutta Italia. Nessuna tolleranza per degrado e illegalità!”, ha scritto su Facebook. Con la strategia varata dal Viminale la prefettura del capoluogo toscano mostrerà una sorta di “cartellino rosso” a chi è stato coinvolto in denunce per spaccio, percosse, rissa, lesioni personali, danneggiamento di beni e commercio abusivo su aree pubbliche. Nel caso di Firenze il prefetto con una ordinanza ad hoc appena entrata in vigore prevede l’allontanamento di questi soggetti da alcune aree della città. La stessa decisione è stata adottata dal prefetto di Bologna. E sulla sicurezza in città il Viminale dà anche una stretta sul fronte della lotta ai parcheggiatori abusivi.

Con il decreto sicurezza a Torino sono scattati alcuni blitz che hanno messo proprio nel mirino i parcheggiatori abusivi. Operazioni portate avanti negli ospedali e in alcune strade del capoluogo piemontese. Dall’inzio dell’anno almeno due parcheggiatori abusivi sono stati espulsi. Sul caso è intervenuto anche il comandante della polizia minicipale, Emiliano Bezzon: “Sono quasi tutti senza fissa dimora, ma non si tratta propriamente di homeless che dormono in stazione o sotto i portici. Sono persone che rifiutano di comunicare la dimora proprio per non essere aggredibili dal punto di vista delle sanzioni”. Insomma anche sul piano locale scattano operazioni, blitz e ordinanze che cercano di ristabilire la legalità in alcune zone del nostro territorio per troppo tempo abbandonate al degrado. Infine il ministro degli Interni ha mandato un messaggio al questore di Napoli in occasione della Festa della Polizia per sottolineare l’impegno sul fronte sicurezza anche nel capoluogo campano: “Con l’invio di 100 agenti in più in città e col nuovo piano di assunzioni Napoli diventerà una super-questura come Milano e Roma. Da ministro dell’Interno confermo la mia vicinanza alle Forze dell’Ordine e al capoluogo campano, territorio dove stiamo lavorando con un impegno così costante da non avere precedenti. Lo dimostrano i provvedimenti concreti degli ultimi mesi e le mie frequenti visite”. Il Giornale.it