Aveva ingerito plastica, tartaruga torna in mare a Ravenna

(ANSA) – RAVENNA, 09 LUG – Era stata catturata
involontariamente da una rete di pescatori ed era anche
fortemente debilitata, anche perché aveva ingerito plastica: è
la storia, purtroppo comune a molti esemplari della sua specie,
di una tartaruga marina, salvata e rilasciata in mare dopo le
cure del centro di recupero Cestha.
    Protagonista un esemplare di quasi 17 chili, ribattezzata
Marina Fernanda, tornata in mare questa mattina al largo di
Ravenna. La tartaruga era arrivata nel centro Cestha lo scorso
inverno: non era in gran forma, aveva espulso diversi frammenti
di plastica assieme alle feci. Dopo le cure è tornata in
libertà.
    Attualmente i biologi marini romagnoli hanno in cura circa
una decina di tartarughe, delle quali tre già pronte a tornare
in mare nelle prossime settimane. Da poco Cestha ha inaugurato
un centro di primo soccorso a Porto Garibaldi, riconosciuto e
autorizzato ufficialmente dal Ministero dell’Ambiente. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte