Benevento in A: è festa con bandiere e gente in strada

(ANSA) – BENEVENTO, 29 GIU – Il Benevento dei record non si
ferma e torna in Serie A: anche in dieci uomini per due terzi
della gara vince 1-0 contro la Juve Stabia onorando il
campionato che lo riporta nella massima divisione con sette
giornate di anticipo.
    Al fischio finale un’intera città, incollata davanti ai
televisori, è esplosa in un boato di gioia che ha dato inizio ai
festeggiamenti che dureranno per tutta la notte nel capoluogo
sannita addobbato interamente di giallorosso.
    In tutte le piazze principali, tra le quali Piazza
Risorgimento, è uno sventolio di bandiere, di fumogeni. Così a
Benevento ha preso il via la lunga notte della Streghe. Tra i
primi ad aprire i festeggiamenti è stato don Nicola De Blasio
che ha fatto suonare a festa le campane della chiesa San Modesto
del popoloso Rione Libertà. “E’ un momento di grandissima gioia”
dice esultando il parroco.
    E il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, criticando la
severità della decisione dell’arbitro che ha espulso Caldirola
al 24′ del primo tempo, afferma: “Complimenti alla squadra, alla
società, al presidente Vigorito, ai tifosi. E’ un risultato che
questa città merita”.
    Anche all’esterno dello stadio Vigorito cominciano a
raccogliersi centinaia di tifosi in attesa dei calciatori; gli
atleti allenati da Pippo Inzaghi effettueranno un tour in città
su quattro minibus per le strade dove saranno accolti dagli
applausi dei tifosi che li saluteranno dai balconi. “Almeno così
si spera” ha aggiunto Mastella che insieme col presidente
Vigorito anche oggi ha lanciato un appello a festeggiare in modo “intelligente” la promozione. Ma in cuor loro, tutte le
istituzioni sanno che sarà una cosa difficile. La festa si è
estesa anche in diversi comuni della provincia, tra cui Telese
Terme e Montesarchio, dove i tifosi hanno dato il via a
caroselli di auto.
    “La festa del Benevento, che ha ‘stregato’ l’intero
campionato cadetto, è appena iniziata” ha detto un tifoso mentre
si accingeva a raggiungere gli amici in piazza in attesa della
squadra. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte