Bonomi: ‘Misure non vanno, ora tagliare l’Irap’

Il presidente designato di Confindustria, Carlo Bonomi, indica tre misure al Governo come priorità per le imprese: “Tagliare l’Irap, pagare i debiti della P.a alle imprese private , sbloccare i fondi già finanziati per le opere pubbliche”. Ospite di Piazza Pulita su La7 sottolinea che le misure già varate “non arrivano, non hanno i loro effetti”. E in particolare indica: “Abbiamo chiesto espressamente un taglio dell’Irap. Abbiamo chiesto qualcosa di urgente, di immediato. perchè fare una miriade di interventi a pioggia non serve”. Si può fare in occasione degli acconti di giugno, vale “9 miliardi. E’ semplice, automatico, lo Stato non deve fare nulla”. E’ “una semplificazione”.

“Fase 2 partita molto male, non ci hanno ascoltato” – La ‘fase 2’ è partita “male, molto male”, dice il presidente designato di Confindustria, Carlo Bonomi, ospite di Piazza Pulita su La7. “Molto male, ma lo sapevamo. Purtroppo da 5 settimane chiedevamo un metodo per la fase due, ma non ci hanno ascoltato”. Gli imprenditori hanno aperto “assumendosi tutta la responsabilità”, ascoltando “la disperazione” degli imprenditori, “l’angoscia” dei lavoratori.

“Cancellare navigator, non risolveranno disoccupazione” – Del reddito di cittadinanza “nel 2018 io stesso dicevo che la componente che andava a intervenire sulle persone che non hanno reddito era corretta”, dice il presidente designato di Confindustria, Carlo Bonomi, ospite di Piazza Pulita su La7 puntando invece il dito sulla “parte di politiche attive”, i navigator , “La grande risorsa della Repubblica che si chiamano i navigator è stata un grande fallimento, continua a costarci una marea di miliardi, e nessuno vuole ammettere che non funziona e va cancellata. Non credo che i problemi di disoccupazione cui purtroppo andremo incontro li risolveranno i navigator”, avverte.


Fonte originale: Leggi ora la fonte