Caso Genovese: rientrato a Milano Daniele Leali

(ANSA) – MILANO, 19 DIC – E’ atterrato a Milano Daniele
Leali, il vocalist indagato per spaccio di droga nell’inchiesta
che ha portato all’arresto di Alberto Genovese, l’imprenditore
digitale accusato di aver violentato una 18enne durante una
festa organizzata il 10 ottobre scorso nel suo appartamento di
Milano. “Il mio assistito sta bene, è libero e aspetta di essere
interrogato dalla procura”, ha commentato il suo difensore,
Sabino Di Sibio.
    Leali si trovava a Bali, dove si è recato pochi giorni dopo
l’arresto di Genovese, del quale è definito “braccio destro” da
alcune ragazze ascoltate dagli investigatori della Squadra
mobile. Una di loro ha dichiarato, nel fermo di Genovese, di
aver visto Leali che portava piatti di droga agli invitati.
    “C’era della droga alla festa e a un certo punto c’erano due
piatti a disposizione per tutti – ha messo a verbale la teste –
Li ha portati vicino al bar Daniele Leali: in uno c’era 2CB,
conosciuta come ‘coca rosa’, e nell’altra ‘Kalvin Klain’, che è
chetamina mischiata con cocaina. Credo che tutti si aspettassero
che Leali la portasse in sala, nessuno si è spaventato o
sorpreso della cosa (..) Leali e Genovese sono molto amici, per
cui se Daniele beve o assume qualcosa, io ritengo di poterlo
fare anch’io senza preoccuparmi”.
    Leali ha sempre respinto le accuse e ha spiegato che il
viaggio a Bali non era una fuga dagli inquirenti ma era motivato
da ragioni di lavoro. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte