CASO ZAKI. LEGA: SI’ A LIBERAZIONE ZAKI, NO A CITTADINANZA ITALIANA. PD CESENA VUOLE STRAFARE E INCIAMPA

Cesena, 26 febbraio. “Se la mozione del gruppo PD si fosse limitata a chiedere la liberazione dello studente egiziano Patrick Zaki dalla carcerazione preventiva avremmo certamente appoggiato il documento. Ma i consiglieri piddini hanno voluto strafare chiedendo la concessione della cittadinanza italiana. Forse per il gruppo PD la cittadinanza italiana può essere regalata senza tanti problemi. Noi crediamo invece che sia cosa importante e che la sua concessione debba essere meditata e seguire regole e norme precise come in tutti gli altri Paesi. Esiste anche la cittadinanza italiana per meriti speciali, ma anche questa è concessa a cittadini stranieri che abbiano compiuto gesti di grande valore o si siano distinti a livello internazionale, per esempio nello sport, con i colori italiani. E’ questo il ‘caso’ di Zaki? Vedremo, ma noi qualche dubbio l’abbiamo. Quello di cui dovrebbe dispiacersi il gruppo PD è l’aver strumentalizzato politicamente e ideologicamente una situazione delicata come quella di Patrick Zaki imbastendo a Cesena come in tante altre parti d’Italia iniziative che non è dato di sapere quali benefici concreti portino allo studente egiziano. Se si possono comprendere gli appelli di università e studenti, sono meno giustificate istituzioni e amministrazioni pubbliche che potrebbero invadere settori che attengono ai rapporti fra Stati. Ma al di là di questo, emerge sempre più l’ipocrisia della sinistra, con il PD in testa, che propone documenti politici poco approfonditi, conditi di ostentati e stereotipati finti buonismi. In molti altri Consigli comunali, il Pd e altri gruppi dell’area di centrosinistra sono stati più lungimiranti, chiedendo la cittadinanza onoraria cittadina (che è una onorificenza senza valenza giuridica) e/o la liberazione dello studente. A Bologna, l’unico Comune in cui, a nostro avviso, c’era una qualche giustificazione per concedere la cittadinanza onoraria, la richiesta è stata accolta all’unanimità dei presenti. Forse il PD cesenate avrebbe dovuto ponderare meglio la questione. Noi lo abbiamo fatto con serietà e attenzione”.
Lo scrive il gruppo Lega in una nota.

Lega Romagna

Lascia un commento