Cattolica. 2 milioni di euro di minori entrate

I numeri rilevati dal Comune indicano una riduzione del gettito derivante dall’imposta di soggiorno: un milione e 80 mila euro in meno, su una previsione annuale di un milione e 621 mila euro, riformulata a seguito della revisione della tassa. Segno meno pure per l’Imu (100.000 euro), recupero evasione sulla tassa rifiuti (250.000 euro), 21 mila euro in meno di diritti sulle pubbliche affissioni, 250.000 euro in meno di proventi da parcheggi e parchimetri. Minore incasso, inoltre, di 200.000 euro di sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada, 45 mila euro in meno di canoni e fitti da fabbricati, 30 mila euro in meno di canoni noleggio sale private, 150.000 euro in meno per canoni di concessioni spazi e aree pubbliche. Nel complesso, i ragionieri comunali hanno calcolato 2 milioni di euro di minori entrate, compensate in parte con un milione e 750 mila euro, tra Fondo nazionale introdotto dal Decreto rilancio (che ha stanziato per Cattolica un milione e 176 mila euro), e i fondi compensativi Imu per enti turistici (102.000), per le minori entrate Tosap e Cosap (190.000 euro), e il fondo di ristoro per l’imposta di soggiorno (191.000 euro).