Cattolica, al lavoro per l’attraversamento pedonale e per la rampa diversamente abili a Palazzo Mancini

L’obiettivo è l’accessibilità per una mobilità indipendente

 

Cattolica, al lavoro per l’attraversamento pedonale e per la rampa diversamente abili a Palazzo Mancini

È arrivato lo che scivolo che consentirà l’accesso dall’ingresso principale del Comune ai soggetti più deboli. Intanto l’attraversamento pedonale di Piazza Roosevelt si rifà il “look”: si lavora da lunedì al passaggio in porfido. Traffico veicolare temporaneamente interdetto tra le vie Costa e Don Minzoni

 

CATTOLICA 26 Febbraio 2020 – Tutti al lavoro per rendere accessibile, sicura ed indipendente la mobilità a Palazzo Mancini e lungo la via su cui si affaccia. Sono iniziati lo scorso lunedì 24 febbraio i lavori per la sistemazione dell’attraversamento pedonale rialzato di piazza Roosevelt. Proprio di fronte al Palazzo Comunale si trova la caratteristica pavimentazione in cubetti di porfido e listelli in pietra d’Istria che necessitava dell’intervento di ripristino e messa in sicurezza. I lavori al passaggio garantiranno il livello di sicurezza per i pedoni e per la circolazione stradale dei veicoli. L’attraversamento, realizzato circa 20 anni fa contestualmente al rifacimento dell’arredo urbano della piazza, presentava infatti irregolarità e cedimenti causate nel tempo dal traffico veicolare. Nello specifico, l’ intervento prevede la rimozione delle parti danneggiate per circa 100 metri quadri e il sottostante sottofondo, la posa della pietra e il riposizionamento dei cubetti “ad arco contrastante” posati su nuovo letto di sabbia e cemento. L’intervento viene eseguito dalla PAVIM S.r.l.s. di Gabicce Mare ed i lavori si concluderanno nell’arco di circa 15 giorni, comprensivi del tempo necessario alla maturazione del legante. Limitatamente al periodo dell’intervento è stato interdetto il traffico veicolare nel tratto compreso tra la via Costa e Don Minzoni.

Intanto Palazzo Municipale è interessato dai lavori per l’installazione di una rampa di accesso al suo ingresso principale. L’obiettivo è quello di favorire una mobilità indipendente per i diversamente abili. Allo stato attuale, infatti, l’accesso al Palazzo per chi ha difficoltà motorie è possibile esclusivamente dal retro e dell’edificio e con l’intervento di altre persone. Con lo stesso fine di consentire l’accessibilità nelle settimane scorse si era installato un elevatore all’interno del Centro Culturale Polivalente che consentisse la deambulazione agli utenti più deboli. L’installazione della rampa a Palazzo Mancini viene effettuata dalla società Ilma srl di Argenta (Ferrara).

“Queste azioni – aveva spiegato l’Assessore ai Lavori Pubblici Fausto Battistel – si inseriscono in un più ampio progetto di programmazione. Puntiamo al superamento delle problematiche di accessibilità e mobilità. Tutti i prossimi interventi in edifici comunali e negli spazi pubblici di competenza dell’Amministrazione saranno valutati anche per le soluzioni a favore dell’eliminazione delle barriere architettoniche. I lavori alla biblioteca ed a Palazzo Mancini rientrano tra le piccole buone pratiche per l’efficientamento di tale piano. Due interventi puntuali che, sommati ad altri già eseguiti, contribuiscono all’adeguamento normativo ed al miglioramento dell’attuale situazione architettonica”.