CATTOLICA. Ardesio e Cattolica, prosegue il dialogo in chiave turistica

Nei giorni scorsi il confronto tra amministratori. I vicesindaci delle due località discutono di possibili sinergie. Alessandro Belluzzi: “Un enorme piacere incontrare e conoscere Simone Bonetti. Abbiamo potuto valutare le opportunità reciproche di promozione dei nostri territori. Un contatto avviato con la precedente amministrazione che reputiamo vada coltivato”
CATTOLICA, 24 Novembre 2021 – Nei giorni scorsi, il Vicesindaco ed Assessore al Turismo di Cattolica, Alessandro Belluzzi, ha incontrato Simone Bonetti, anch’egli Vicesindaco con delega al Turismo del Comune di Ardesio. Durante l’incontro i due amministratori hanno potuto dialogare riguardo alle possibili sinergie e strategie da attuare sin da subito per la stagione 2022, ormai in via di definizione. Tra le proposte, la programmazione di una campagna pubblicitaria univoca, la convenzione presso strutture alberghiere (che potrebbe interessare l’intera Valseriana, così come avvenuto nel 2021), e l’attivazione di una serie di scambi promozionali.
Fra le possibili novità del 2022, si è ipotizzata la presenza di uno stand di Ardesio e “Ardesio DiVino” presso l’evento WeinTour di maggio a Cattolica, ed a parti inverse la presenza cattolichina ad “Ardesio DiVino” per il prossimo agosto, per promuovere la seconda parte della stagione balneare ed il periodo della Moto Gp in settembre.
“È stato un enorme piacere – spiega Alessandro Belluzzi – incontrare e conoscere Simone Bonetti. Abbiamo potuto confrontarci sulle opportunità reciproche di promozione turistica dei nostri rispettivi territori. Va riconosciuto che si tratta di un contatto avviato con la precedente amministrazione e che reputiamo vada coltivato ed incentivato, consapevoli che potrà risultare realmente efficace sulla base di una attività concreta all’interno di questo progetto degli operatori economici della nostra città”.
“Sono tornato a Cattolica – aggiunge Simone Bonetti – molto volentieri per incontrare e conoscere il nuovo vicesindaco, perché ritengo strategico il rapporto tra le due località. Sappiamo che tanti dei turisti della Riviera romagnola arrivano dal nord Italia, risiedono a 2-3 ore da Ardesio e dalla Valseriana, continuare questo progetto significa catalizzare il loro interesse anche verso i nostri territori. La montagna ha bisogno di farsi vedere al mare”.

Lascia un commento