Cattolica. Carim: tre domande da Liberi e Uguali

Che fine farà la Carim, con la nuova gestione di Crédit Agricole? Liberi e uguali pone allora tre domande al colosso francese. Chiedendo, prima di tutto, se “ha valutato l’opportunità di riconoscere un risarcimento minimo ai piccoli azionisti con reddito basso”. “Quali saranno i rapporti con il territorio riminese e l’università?” Terza domanda: “con quale atteggiamento la banca si porrà nei confronti di piccole imprese, partite Iva e famiglie?”