Cattolica. C’è già chi si allena per l’edizione 2018 dell’InBici Top Challenge

C’è già chi si allena per l’edizione 2018 dell’InBici Top Challenge: l’evento che si svolge a maggio tra Cattolica e Gabicce entra ufficialmente a far parte del circuito granfondistico. Cecchini e Rocchi: “Incontro inevitabile fra due realtà emergenti”

Dopo la Granfondo Cassani, un altro evento di grande fascino e prestigio arricchirà l’edizione 2018 dell’InBici Top Challenge. Si tratta della Granfondo degli Squali, in programma tra Cattolica e Gabicce nel secondo weekend di maggio (11, 12 e 13).

Un evento “giovane” (siamo solo alla 3ª edizione), ma già consolidato, come certificano i 2400 iscritti dell’edizione passata. Merito di uno staff organizzativo affiatato e ambizioso, ma merito anche di un tracciato che, soprattutto nel mese di maggio, offre scorci panoramici unici ed esclusivi con l’arrivo a Gabicce Monte con vista mozzafiato sulla riviera adriatica di Romagna e Marche immersi nel parco naturale di Monte San Bartolo.

“Il successo della manifestazione – spiega Massimo Cecchini, presidente del Velo Club Cattolica – è tutto nell’entusiasmo di un gruppo di organizzatori che, ormai da tre anni, pedala forte e nella stessa direzione. La collaborazione con il Cicloteam di Gabicce procede in maniera perfetta, così come l’apporto di Filippo Magnani, l’uomo che ha saputo declinare l’evento in chiave turistica, creando delle efficaci strategie di marketing e di promozione che hanno aumentato sensibilmente il numero degli iscritti. Io credo che il segreto del successo dell’evento sia proprio nel team, persone ambiziose che conoscono molto bene l’ambiente dei cicloamatori e che lavorano con entusiasmo e anche, lasciatemelo dire, con ottime capacità”.

L’ingresso della Granfondo degli Squali nell’InBici Top Challenge è dunque una sorta di incontro scontato fra realtà emergenti del territorio: “I nostri numeri, così come quelli del circuito – osserva Cecchini – negli ultimi anni sono cresciuti in maniera quasi esponenziale. Segno che, in entrambi i casi, si sta lavorando nel modo giusto”. Una visione condivisa anche da Maurizio Rocchi, coordinatore dell’InBici Top Challenge: “In una giungla di granfondo – spiega – quella degli Squali si è subito distinta per qualità e propensione all’innovazione, due principi sui quali anche noi crediamo fermamente. Incontrarci è stato quindi quasi inevitabile. Siamo convinti che la Granfondo degli Squali possa dare al nostro circuito ulteriore credibilità e prestigio”.