Cattolica. Conferenza congiunta di Amministrazione Comunale, Hera e Sis

Conferenza congiunta di Amministrazione Comunale, Hera e Sis

Presentati stamani progetti e opere idrauliche al Palazzo del Turismo. Intervenuti Gennari, Fogacci e Cenci: “Superiamo le criticità di sicurezza e smaltimento delle acque meteoriche”. Pronti a partire i lavori in via Bovio, in primavera cantieri in via Francesca da Rimini ed a seguire viale Corridoni e via Torconca

CATTOLICA, 19 Ottobre 2018 – Presentato stamani alla stampa il piano generale di intervento sulle fognature che interesserà il territorio del Comune di Cattolica per i prossimi anni. Ad illustrarlo il sindaco, Mariano Gennari, l’Amministratore Unico di SIS, Gianfranco Cenci, ed il Direttore Acqua del Gruppo Hera, Franco Fogacci, rappresentanti dei tre organismi istituzionali preposti alla pianificazione, progettazione e attuazione degli interventi inerenti la rete fognaria per lo smaltimento delle acque meteoriche ed il ciclo idrico integrato.

Obiettivi

Tutti gli interventi sono diretti a superare le criticità manifestatesi sia sotto il profilo della sicurezza, sia sotto il profilo ambientale e dell’efficienza di smaltimento delle acque meteoriche. Questo anche in rapporto alle mutate condizioni ambientali in cui il processo di tropicalizzazione del clima che sta subendo il nostro territorio ne è un esempio. Ingenti precipitazioni in tempi molto brevi stanno completamente cambiano gli scenari di progettazione ed organizzazione dei territori sotto il profilo idrico.

Le opere in capo a SIS

Nel dettaglio degli interventi si parte dall’implementazione delle caditoie in Via Bovio per garantire un più veloce deflusso delle acque meteoriche al fine di evitare i fenomeni di allagamento che si sono manifestati nel corso dell’anno e che hanno coinvolto l’asse commerciale. Tale intervento, che riveste un carattere di assoluta priorità per risolvere nel breve periodo una parte delle criticità del viale sarà realizzato da Hera prima del periodo delle festività natalizie.

Previsto il rifacimento della fognatura bianca denominata AP21, in corrispondenza della zona artigianale diretto a ripristinare l’immissione della fognatura nel fiume Tavollo. L’intervento riguarderà circa 50 metri di una condotta da 120 cm di diametro e avrà lo scopo di ripristinare sia le condizioni di sicurezza, sia il corretto deflusso delle acque di pioggia verso il fiume. Anche questo lavoro verrà realizzato quanto prima e se ne prevede l’avvio entro l’anno.

In programma il totale rifacimento della fognatura bianca in Viale Corridoni oggetto di un potenziale collasso strutturale in base alle ricognizioni effettuate. Al fine di prevenire possibili cedimenti della fognatura esistente si prevede l’intervento entro l’inizio della prossima stagione estiva. L’intervento prevede il completamento della separazione delle reti di fognatura, la realizzazione di nuovi tratti di rete nera ( a cura di Hera) e bianca (a cura di Sis) e l’obbligo per i cittadini di corretto allaccio alle nuove opere fognarie.

È prevista, inoltre, la totale riprofilazione della fognatura bianca di Via Torconca che si impone al fine di ripristinare il sistema di smaltimento delle acque meteoriche dell’area circostante (Via Oriolo) e con importanti effetti indiretti su Via delle Regioni. Anche questo intervento è oggetto di particolare attenzione in

rapporto all’urgenza che lo caratterizza rappresentando un primo stralcio propedeutico alla messa in sicurezza di via delle Regioni. I relativi lavori saranno avviati entro la stagione estiva.

Questi interventi sopra dettagliati, in rapporto alla priorità di intervento che li caratterizza, saranno realizzati, sotto la supervisione del Comune, a cura della SIS nell’ambito del piano degli investimenti della medesima società partecipata.

Le opere in capo a Hera

Ulteriori interventi, invece, saranno eseguiti da Hera poiché inseriti nel Piano d’ambito oppure nel contesto dei Piano di interventi ordinari e/o straordinari già previsti per la manutenzione delle reti fognarie nere esistenti.

Si procederà al rifacimento di circa 100 m di fognatura mista in Via Francesca da Rimini entro la primavera 2019. Tale intervento è stato concertato con i lavori di asfaltatura al fine di evitare duplicazioni od inefficienze operative.

Progettazione (nel 2019) e avvio lavori (nel 2020) dell’intervento di messa in sicurezza dell’area di “Vie delle Regioni”. Intervento che è stato oggetto di una rivisitazione progettuale al fine di aumentare il livello di sicurezza della zona in occasione delle precipitazioni di maggiore intensità verificatesi negli ultimi anni.

Stessa tempistica è quella che caratterizzerà la realizzazione della vasca di laminazione nei giardini De Amicis la cui previsione rappresenta un intervento a beneficio non solo del sistema complessivo di smaltimento delle acque ma anche un valido contributo sotto il profilo della balneazione.

Via del Porto

In via del Porto sono previsti interventi di implementazione di caditoie a carico del Comune e nuovi allacci fognari a carico di Hera. Tale intervento è previsto dopo la stagione estiva 2019 ed è propedeutico alla rivisitazione viabilistica a seguito di specifica progettazione in corso di approfondimento da parte dell’Amministrazione Comunale.

Il Sindaco Mariano Gennari

“Il problema degli allagamenti, con l’intensificarsi degli ultimi eventi meteorologici, si è fatto particolarmente pressante e con questa serie di interventi contiamo di risolvere i disagi. Diamo risposte alla nostra comunità, siamo vicini ed al fianco delle attività economiche e dei cittadini. L’ottimizzazione del sistema fognario e la salvaguardia della balneazione restano due elementi imprescindibili per questa Amministrazione. In questi anni i lavori necessari ed urgenti a Rimini hanno impegnato la quasi totalità delle risorse destinate alla pianificazione ed efficientamento del ciclo idrico integrato nella nostra zona d’ambito. Adesso è il momento di impegnarsi per recuperare il terreno perduto e qualificare la provincia al pari del capoluogo”.

L’Amministratore Unico Sis Gianfranco Cenci

“Anche attraverso questi interventi presentati oggi, perseguiamo la nostra attività che ha da sempre avuto un duplice scopo: salvaguardia del territorio e qualità dei servizi alla comunità; settori, oggi più che mai, attuali proprio in funzione delle esigenze derivanti dai mutamenti climatici. La società SIS spa – importante

patrimonio della compagine sociale dei Comuni della zona sud della Provincia di Rimini – nasce nel 1995 per la gestione del Ciclo Integrato delle Acque e, in questi anni, è stata la mano operativa dei suoi Soci nel

settore della depurazione, prima, e nella gestione delle acque meteoriche, poi, e l’appuntamento di questa mattina ne è una conferma”.

Il Direttore Acqua del Gruppo Hera, Franco Fogacci

“Nei quindici anni dalla nascita del Gruppo Hera, la multiutility ha investito circa 5,5 miliardi di euro nei territori serviti, di questi circa 330 milioni sono stati destinati al riminese. Il Piano industriale per il periodo 2017-2021 prevede investimenti per quasi 2,9 miliardi di euro, in aumento di circa 400 milioni rispetto al precedente, con una marcata prevalenza (70%) della filiera reti, che include anche interventi di ammodernamento e sviluppo delle infrastrutture come quelli presentati oggi. Nel territorio provinciale gli investimenti diretti al 2021 saranno di circa 80 milioni, comprensivi dei 19,5 milioni sostenuti nel 2017; circa 15,2 milioni quelli già pianificati per l’anno in corso. La quota 2017-2021 sarà così ripartita: 12,7 milioni nel settore ambiente e 67 milioni per l’idrico (reti, fognature, depurazione). Di questi ultimi una parte considerevole è destinata alla tutela della balneazione dei comuni costieri”.