Cattolica. Consigliere PD Federico Vaccarini presenta un Ordine Del Giorno sulla lotta alla ludopatia

Consigliere Comunale PD Federico Vaccarini

Riceviamo e pubblichiamo

Durante il Consiglio Comunale di Cattolica convocato per lunedì 25 settembre verrà discusso e votato un Ordine Del Giorno presentato dal Consigliere Comunale del Partito Democratico Federico Vaccarini dal titolo “Interventi preventivi e formativi per il contrasto del Gioco d’Azzardo Patologico. Una questione culturale per un’emergenza sociale”.

“Ho deciso di scrivere questo ODG – afferma Vaccarini – mosso dalla volontà di realizzare qualcosa di tangibile per tutte le persone che incappano nella morsa della ludopatia e per i loro cari e che da questo strangolamento non riescono ad uscire. Ho condiviso il documento con alcune cattolichine e alcuni cattolichini così che potessimo condividere pensieri ed idee. Per la lotta al Gioco d’Azzardo Patologico, così come in politica, ritengo infatti che sia di fondamentale importanza creare una rete che sia capace di promuovere la partecipazione di tutta la comunità.

Le mie proposte per debellare il virus del Gioco d’Azzardo Patologico sono estremamente concrete e propositive:

  • che vengano istituiti momenti di educazione nelle scuole volti a prevenire il problema della ludopatia;
  • che vengano realizzate delle iniziative di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza;
  • che venga proibita  qualunque forma di gioco d’azzardo nelle strutture comunali date in concessione;
  • che venga posto un filtro alla rete wireless comunale finalizzato a bloccare l’accesso a tutti i siti web in cui è possibile giocare d’azzardo on-line;
  • che venga data attuazione alla Delibera di Giunta della Regione Emilia-Romagna che vieta il rilascio dell’autorizzazione per l’esercizio di sale da gioco e sale scommesse se le stesse sono ubicate ad una distanza inferiore a 500 metri dagli istituti scolastici, dai luoghi di culto, dagli impianti sportivi, dalle strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori;
  • di prevedere degli sgravi fiscali nei confronti di quegli esercizi che decidano di dismettere o di non installare dispositivi per il gioco d’azzardo.

Nel prossimo Consiglio Comunale queste proposte – prosegue Vaccarini – saranno oggetto di votazione e mi auguro che possano essere accolte ad ampia maggioranza perché questo ODG può essere un punto di partenza importante per arginare un problema che affligge troppe famiglie cattolichine che sono vittime di questa patologia.”