Cattolica. Conversione del supporto educativo scolastico in domiciliare

Attività didattiche sospese per l’emergenza Coronavirus. L’Amministrazione Comunale di Cattolica raccoglie le richieste delle Associazioni del territorio per predisporre percorsi personalizzati presso le abitazioni dei minori al fine di garantire la continuità delle azioni educative

CATTOLICA, 6 marzo 2020 – Stamani l’Amministrazione Comunale di Cattolica ha chiesto ai propri uffici la disponibilità ad attivare percorsi educativi domiciliari per alunni che già ricevono il supporto degli educatori presso le scuole di appartenenza. L’attuale sospensione delle attività scolastiche, per evitare la diffusione del Corovirus, mette a dura prova le famiglie e gli studenti diversamente abili. L’Amministrazione accoglie, così, le richieste pervenute in tal senso da diverseassociazioni del territorio, tra le quali “Rimini Autismo ODV”. L’attivazione di un servizio specifico a domicilio può consentire a questi bambini di partecipare alle attività sostitutive poste in essere dal sistema scolastico.

Tali servizi educativi saranno attivati presso le abitazioni dei minori a seguito di una verifica preliminare da parte degli educatori con i nuclei familiari dei minori interessati e dopo aver constatato che non vi siano motivi ostativi all’avvio di tale percorso compensativo. Successivamente le famiglie interessate dovranno presentare una semplice richiesta al Comune e gli interventi saranno autorizzati salvaguardando il criterio del “non superamento” delle ore settimanali di supporto educativo riconosciute. Già da lunedì 9 marzo sarà possibile rivolgersi all’Ufficio Pubblica Istruzione in Piazza Roosevelt n. 3 (aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e il martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle 17.30) o chiamareil numero telefonico 0541/966685.