Cattolica. Ecco cosa è successo in Consiglio comunale: il report

Cattolica 26 Ottobre 2017, un Consiglio Comunale caratterizzato dalla variazione di Bilancio di previsione, dalla mozione C.E.T.A. e dalla mozione relativa agli obblighi vaccinali. l’interesse scaturito dalle due mozioni ha portato decine di persone ad essere presenti in aula.

Nella variazione di bilancio in oggetto, l’amministrazione ha deciso di impegnare i soldi per coprire diverse esigenze impellenti della città.

Mutui a tasso 0 sono un’occasione importante che il credito sportivo offre agli Enti che prima della fine del 2017 facciano degli investimenti per favorire lo sport, questa possibilità cade a fagiolo per Cattolica, perché è notorio che i campi del Calbi abbiano urgente bisogno di essere adeguati alle esigenze sportive e di incoming turistico odierne.

Questa variazione che riguarda sia gli sportivi del Calcio che gli operatori economici di Cattolica, era molto attesa e richiesta, perché nello stato in cui versano attualmente i campi non erano di supporto e volano ne per gli uni ne per gli altri.

Rispetto al turismo, vengono poi impegnati i soldi anche per i centri commerciali naturali della Regina, via Dante e via Bovio e per l’organizzazione degli eventi del periodo Natalizio a Cattolica

Volendo elencare alcune delle variazioni più significative troviamo , gli stanziamenti per la ristrutturazione del’RSA, che permette lo spostamento del punto di prelievo AVIS da Morciano a Cattolica, i soldi per ripristinare la funzionalità delle tende parasole nelle scuole e per il sostegno all’handicap.

Riguardo alla mozione “vaccini” del Movimento 5 Stelle, che molto ha coinvolto il pubblico il quale più volte ha rumorosamente\ accompagnato le dichiarazioni in Consiglio, PD e Cattolica nel cuore hanno votato contro la mozione, esplicitando di fatto di essere favorevoli agli obblighi che di fatto la legge “Lorenzin” impone a bambini, genitori e enti pubblici.

Sulla Mozione C.E.T.A del M5S ultima in votazione, problema molto sentito da categorie e associazioni in Italia, una su tutte Coldiretti, l’attenzione del pubblico è rimasta ugualmente alta, purtroppo anche su questa il PD si è eapresso con voto contrario, Cattolica nel cuore e Lega Nord invece si sono astenuti.