Cattolica. Falsi certificati vaccinali: scatta indagine su due medici di base che ora rischiano grosso

La tariffa per una falsa certificazione vaccinale oscilla tra i 400 e i 500, cifra che diversi pazienti “no vax” hanno sborsato a medici di medicina generale riminesi per ottenere il green pass. E, come già successo a Ravenna per il dottor Passarini, poi arrestato, la voce sul medico disposto a dichiarare il falso gira in fretta, soprattutto tra i colleghi che si sentono fare la stessa richiesta e al diniego segue un “tanto so chi lo fa”. Proprio su una segnalazione di questo tipo si è messa in moto l’indagine che coinvolge un medico di base di Cattolica, mentre accertamenti sono ancora in corso su quelle che al momento sono solo voci su un medico di base di Santarcangelo.