Cattolica. Ferretti, oggi la perizia sul cantiere. Lavoratori trasferiti

Stanno bene gli otto lavoratori che martedì erano stati portati al pronto soccorso per accertamenti e che in serata sono stati dimessi.

Solo nel pomeriggio di ieri l’ultimo mezzo dei vigili del fuoco ha lasciato la Ferretti Yachts di Cattolica ed il rogo è stato definitivamente domato.

Nel frattempo sul posto sono arrivati gli uomini del Nucleo investigativo antincendio, appartenenti al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, specializzato in “studio, ricerca e analisi per la valutazione delle cause d’incendio”. A loro il compito di capire se – come ipotizzato – la “miccia” che possa aver dato il via al propagarsi delle fiamme, possa essere dipeso dal malfunzionamento di un quadro elettrico.

Incontro azienda-sindacati

Nel pomeriggio di ieri si è svolto anche un incontro di tutte le organizzazioni sindacali con la proprietà, per trovare una soluzione a tutela dei lavoratori i quali saranno trasferiti temporaneamente nei tre siti produttivi di Ancona, Mondolfo e Forlì.

Ora la speranza è che la perizia degli esperti del Nia e degli altri enti preposti, dica che l’incendio non ha danneggiato la parte strutturale dell’edificio, in modo da poter riprendere con la produzione il prima possibile.

Ieri l’amministrazione Foronchi ha ribadito la vicinanza del Comune al Gruppo Ferretti ed ai lavoratori, evidenziando la disponibilità “a supportali, per le nostre competenze, affinché i cantieri possano ripartire al più presto in sicurezza ed a seguito dei necessari controlli”.