Cattolica. Furto aggravato ed estorsione: arresti

Nella giornata del 24 maggio 2018, i militari della Tenenza  Carabinieri di Cattolica hanno tratto in arresto:

1.       per il reato di furto aggravato, L.A. 30-enne rumeno, in italia senza fissa dimora. Il giovane, nel corso del pomeriggio, all’ interno di un esercizio commerciale sito in  quella piazza della Repubblica – si impossessava di vari generi alimentari, dapprima occultandoli sulla propria persona e, successivamente, guadagnando velocemente l’uscita. L’azione delittuosa, tuttavia, veniva  notata dal personale addetto alla sicurezza del supermercato che si poneva prontamente all’inseguimento dell’ indagato, successivamente bloccato da  una pattuglia della locale Tenenza Carabinieri  in transito,nel frangente, nelle immediate vicinanze. La refurtiva, del valore di euro 180,00 circa, e’ stata  recuperata e restituta all’avente diritto. L’arrestato, espletate le formalita’ di rito, veniva trattenuto all’interno di queste camere sicurezza in attesa del rito direttissimo, avuto luogo nella mattinata di odierna, innanzi all’ A.G. di Rimini.

2.       per il reato di estorsione ed atti persecutori, F.B. 34-enne, nato a Cattolica e residente a Gradara, in esecuzione ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’A.G. di Rimini. L’A.G. mandante, concordando con le risultanze investigative rapportate, emetteva nei confronti dell’ indagato il cennato provvedimento restrittivo. La vicenda scaturisce dalla denuncia presentata da un familiare dell’indagato, vittima nel tempo di continue richieste di denaro, legate alla gestione di un’attivita’ commerciale gestita dalla vittima e nella quale l’indagato aveva per un periodo lavorato in qualità di dipendente, e reiterate condotte di carattere vessatorio. L’arrestato, espletate le formalita’ di rito, associato presso la casa circondariale di Rimini.