Cattolica. Gelate e tubature: come evitare brutte sorprese

EVITA BRUTTE SORPRESE ADOTTANDO ALCUNE SEMPLICI PRECAUZIONI

La corretta custodia dei contatori dell’acqua spetta ai clienti e alcuni semplici accorgimenti possono evitare disagi nella fruizione del servizio e soprattutto spese impreviste!*

I contatori più soggetti a rotture da gelo sono quelli esterni (nei bauletti o nelle nicchie) o quelli situati in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente, come le case al mare o in montagna in cui si trascorrono le vacanze.

COSA PUOI FARE:

Un filo d’acqua
Se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sotto zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi.

Coibentare
I contatori situati all’esterno, nei bauletti o nelle nicchie e quelli che si trovano in locali non riscaldati, devono essere opportunamente coibentati, ovvero rivestiti di materiale isolante. Si può usare polistirolo o poliuretano espanso, materiali facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile. Lo spessore dei pannelli deve essere di almeno due centimetri e mezzo. I rivestimenti devono ovviamente permettere la lettura del quadrante del contatore mediante agevole spostamento e riposizionamento del rivestimento.
Occorre evitare, invece, di rivestire le tubature avvolgendole con lana di vetro o stracci. Si tratta di materiali che assorbono l’acqua e che, ghiacciandosi, possono aumentare il rischio di guasti. Inoltre costituiscono un potenziale luogo di annidamento per insetti e sporcizia.

Chiudere e svuotare
Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è bene chiudere il rubinetto che si trova sopra il misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto. Con temperature particolarmente basse e per lunghi periodi è possibile installare cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.

Quando torna la primavera
Con il rialzo delle temperature è opportuno verificare lo stato dei contatori ed i livelli di consumo, in quanto lo scioglimento del ghiaccio porta alla luce eventuali rotture e dispersioni idriche in atto. Nel caso si riscontri la rottura del contatore occorre chiamare tempestivamente il Pronto Intervento**.
Se invece il danno è nell’impianto interno, bisogna chiudere subito la valvola generale dell’acqua e chiamare un idraulico di fiducia per le necessarie verifiche e riparazioni.

IMPIANTI CONDOMINIALI

Come puoi prevenire rotture e malfunzionamenti

  • Coibentare i tratti di tubazione esposti all’aria, specialmente quelli che attraversano androni o altri locali aperti o non riscaldati.
  • Proteggere dal gelo i contatori dei servizi comuni, con particolare attenzione per quelli situati nei locali di cui sopra.
  • Chiudere le valvole a monte dei contatori nei singoli appartamenti in caso di assenze prolungate e se possibile svuotare l’impianto a valle del contatore.
  • Chiudere le valvole di intercettazione a monte dei contatori e svuotare gli impianti interni degli appartamenti sfitti o non abitati.
  • In caso di freddo particolarmente intenso, se possibile è consigliabile utilizzare le prese d’acqua per i servizi condominiali al fine di scaricare temporaneamente le colonne montanti.

* In caso di danneggiamento per incuria da parte del cliente e per gelo viene addebitato al cliente stesso il costo del contatore e della manodopera per la sostituzione, con riferimento al Listino prezzi in vigore al momento dell’evento.

** In caso di rotture o danni al contatore, i clienti possono dare immediata comunicazione a Hera, telefonando al numero verde del Pronto Intervento: 800.713.900.