Cattolica. La medusa killer sta uccidendo il nostro pesce azzurro

Allarme per la sopravvivenza del pesce azzurro nel mar Adriatico. Si tratta di organismi gelatinosi come le meduse e con questi catturano le uova e le larve di saraghina, sgombri, alici e non solo. Si riproduce velocemente e riesce ad adattarsi a varie temperature, può vivere infatti tra a 4° fino ai 32° e quest’estate l’acqua raggiunge i 30°. Ed è forse il caldo della riviera ad averlo attirato. Il predatore è tenuto sotto stretta osservazione dall’Arpae e dal Centro ricerche marine di Cesenatico. C’è apprensione tanto che a confermare un calo del pescato è anche Massimo Pesaresi, della Cooperativa pescatori di Rimini.