Cattolica. Maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate ed estorsione: 32enne del posto finisce in carcere

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Tenenza di Cattolica hanno invece eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere nei confronti di V.M., 32 enne del luogo, disoccupato, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate ed estorsione.

L’indagato infatti, nel corso degli ultimi anni, si sarebbe reso protagonista di reiterate condotte persecutorie nei confronti dei genitori (nonostante la madre risulti invalida all’80%), sfociate, in alcune circostanze, anche in vere e proprie aggressioni fisiche (in una circostanza lanciava con un contenitore acqua bollente nei confronti del padre, provocandogli ustioni sul fianco destro e gamba destra giudicate guaribili in 20 giorni).

Ogni violenza o minaccia era finalizzata ad ottenere denaro ed altri beni di valore (tra cui gioielli) per acquisto stupefacente  (somma estorta ai genitori è stata quantificata in circa 20.000 euro solo negli ultimi due anni) .

 

Entrambi gli arrestati, al termine delle formalità di rito, venivano associati presso casa circondariale di Rimini.