Cattolica. MUSEO della REGINA – GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2018

MUSEO della REGINA – GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2018

La Galleria Paparoni, il Monte Vici e la Torre di Conca

Sabato 22 e domenica 23 settembre

la condivisione e riscoperta dei monumenti cittadini

“Sottrazioni/Addizioni. Dal Medioevo all’età contemporanea: evoluzione di una città tra centro e periferia”

Tra le curiosità la presentazione del modello realizzato con stampa 3D della Galleria Paparoni

CATTOLICA, 19 Settembre 2018 – Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) promosse annualmente dal Consiglio d’Europa con l’intento di favorire e di potenziare il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee, il Museo della Regina di Cattolica ha scelto di intitolare le giornate 2018 a due monumenti quasi nascosti e pressoché inaccessibili al pubblico, oggi finalmente condivisi con la città: la Galleria Paparoni e l’altura del Monte Vici, con la sua Torre di Conca.

Si parte il 22 settembre, alle ore 16.00 nel giardino del Museo, con la presentazione a cura dell’Arch. Giancarlo Primavera della Galleria Paparoni e dei più recenti interventi ivi condotti; in questa occasione, l’Arch. Luca Mazzotti ne illustrerà il modello realizzato con stampante 3D, mostrandone con l’ausilio di un video le fasi di modellazione e gli straordinari strumenti di studio e di lettura così acquisiti, che ne restituiscono un interessante spaccato. Il modello, commissionato per l’occasione, rimarrà esposto all’interno del Museo.

L’ipogeo, il cui nome deriva da quello dei proprietari, è ubicato nel centro storico della città (Via Cattaneo); la galleria, architettonicamente rilevante, si caratterizza per il lungo corridoio a pettine con nicchie laterali presumibilmente destinate alle botti da vino; il corridoio termina con un deciso gomito in una sala ottagona a pilastro centrale di alta e insolita qualità costruttiva e progettuale.

Le tre visite guidate alla Galleria Paparoni sono previste rispettivamente alle ore 17.00, 17.30 e 18.00; il numero massimo di persone consentito per ogni turno è di 10; l’ordine sarà rigorosamente stabilito sulla base dell’arrivo delle prenotazioni, da rivolgere al Museo della Regina.

Per l’ingresso alla Galleria Paparoni, il luogo di incontro sarà rigorosamente il Museo della Regina, pena esclusione dalla visita.

Sebbene possa apparire ancora limitato, va tuttavia sottolineato come questo sia un primo e inatteso passo in avanti, di cui si deve essere grati alla proprietaria e ai gestori del negozio da cui vi si accede, che hanno autorizzato il passaggio; altre giornate dedicate all’ingresso nella Galleria si ripeteranno nei prossimi mesi, così da permettere a quante più persone possibile l’approccio ad una struttura ipogea tanto importante.

Domenica 23 settembre il secondo appuntamento: si partirà alle ore 10.30 con una visita guidata al Monte Vici che introdurrà alle strutture settecentesche e duecentesche “imprigionate” in un edificio degli anni ’50; la visita è stata resa possibile dalla proprietà, che ne ha autorizzato l’ingresso (appuntamento di fronte all’ingresso, in via Torconca).

Alle ore 17.00 ci si potrà incontrare di nuovo presso il giardino del Museo della Regina per una conferenza dell’Arch. Giancarlo Primavera sulle successive addizioni edificatorie e circa la lettura stratigrafica dei paramenti murari, con particolare riguardo alla Torre.

Il Monte Vici domina la foce del Conca, in una posizione straordinariamente felice per il controllo della valle: verso monte, si vedono infatti perfettamente allineate le piccole alture da cui dovevano essere segnalati minacce e pericoli; a mare, un assoluto controllo sulla Flaminia e verso la costa. Su questo poggio era stato costruito negli anni ’50 un edificio e uno storico locale da ballo, il Kariba, che aveva fagocitato, riutilizzandone il perimetro e in parte gli interni, un palazzo settecentesco e una torre di guardia duecentesca, con stratificazioni dei paramenti murari e giustapposizioni in parte riconoscibili anche dall’esterno; impossibile, per ragioni di sicurezza, è purtroppo l’ingresso all’interno.

Le giornate sono condivise con Italia Nostra/Rimini, che offrirà il proprio appoggio e ausilio per le guide e per la visita ai monumenti.

Ingresso libero

Per prenotazioni e per informazioni:

Museo della Regina di Cattolica

Via Pascoli, 23

47841 CATTOLICA (RN)

Tel. 0541 966577; e-mail: museo@cattolica.net; http://www.cattolica.net

https://www.facebook.com/museodellaregina/