Cattolica. Ordinanza balneare 2022, bicchieri e cannucce in plastica: divieti sulla spiaggia

Verso la nuova stagione al mare. L’Assessora al Demanio Claudia Gabellini illustra i punti principali: “L’Amministrazione ha scelto di mantenere alta l’attenzione sull’offerta qualitativa dei servizi”. Divieto di fumo sulla battigia e nelle aree giochi, al bando la plastica usa e getta, spazio di 12 mq per ombrellone, ok al delivery sull’arenile, incrementata la presenza di defibrillatori
CATTOLICA, 06 Maggio 2022 – Con l’arrivo della stagione estiva, il Comune di Cattolica ha approvato l’ordinanza balneare per la disciplina dell’esercizio delle attività di spiaggia e dell’uso del demanio marittimo. “Il nuovo documento conferma le regole principali che permetteranno anche una maggiore sicurezza in spiaggia, una particolare attenzione all’ambiente, e presenta diversi aspetti migliorativi rispetto agli anni precedenti”, spiega l’Assessora al Demanio Claudia Gabellini.
AMBIENTE. Innanzitutto per quel che riguarda l’attenzione all’ambiente, “permane il divieto assoluto – sottolinea la Gabellini – di utilizzare contenitori in vetro per le somministrazioni. Al bando la plastica usa e getta di bicchieri e cannucce, ad esempio, che dovrà essere sostituita esclusivamente da materiali biodegradabili e compostabili. Inoltre, non sarà possibile fumare sulla battigia e nelle aree giochi”.
SERVIZI E SICUREZZA. Sul fronte dei servizi è consentita e promossa l’attivazione del servizio di delivery su ordinazione all’ombrellone-lettino. Nei mesi di luglio ed agosto l’apertura al pubblico delle strutture e degli impianti viene garantita sino alle ore 19.30 (salve particolari condizioni meteo). Per l’aspetto della sicurezza “viene incrementata – aggiunge la Gabellini – la presenza di defibrillatori da ubicare ogni due postazioni di salvamento”.
OMBRELLONI DISTANZIATI. Le distanze minime tra ombrelloni della stessa fila, tra file di ombrelloni o altri sistemi di ombreggio sono indicate in 12 metri quadrati. Tali limiti di superficie minima possono essere ridotti, secondo quanto previsto dalla vigente Ordinanza balneare della Regione Emilia-Romagna, ma garantendo comunque un’area di distanziamento non inferiore a 10 metri quadrati fra i sistemi di ombreggio.
STAGIONE DI RIPARTENZA. “L’augurio – conclude la Gabellini – è che sia una stagione all’altezza delle aspettative. L’esperienza delle due passate stagioni, caratterizzate da norme più stringenti per contrastare l’emergenza Covid, ci ha fatto propendere per il mantenimento, senza alcun dubbio, degli alti standard qualitativi dei servizi a favore dei nostri bagnanti”.