Cattolica. Pasini racconta il suo Mozambico al Sindaco

L’ultra-runner porta a termine la seconda prova della “sfida ai 5 Continenti”

Pasini racconta il suo Mozambico al Sindaco

Rientrato a Cattolica dall’ennesima dura prova: 5 giorni in autosufficienza. Il Primo Cittadino: “E’ il nostro ambasciatore sportivo nel mondo”. Prossimo appuntamento a fine marzo in Vietnam e Cambogia

CATTOLICA, 23 Novembre 2018 – Fabio Pasini è rientrato dalla nuova ultramaratona che lo ha visto protagonista tra l’11 ed il 15 novembre scorso in Mozambico. Per l’atleta cattolichino si è trattata della seconda delle cinque sfide sportive che si è prefissato di completare nell’arco di dieci mesi. Ieri mattina ha voluto raccontare questa esperienza al Sindaco Mariano Gennari che, a buona ragione, lo ha definito un vero e proprio “ambasciatore sportivo” di Cattolica nel mondo. “La gara nel Paese africano – ha spiegato Pasini – non era affatto facile. Sono soddisfatto di averla portata a termine piazzandomi a metà classifica. Erano previsti 220 km, in cinque tappe, con 3.600 metri di dislivello in autosufficienza. Senza contare il rischio del contagio di malattie, su tutte la malaria. Si è trattato, ad ogni modo, di un appuntamento che ha avuto anche molto seguito mediatico. Insieme a me, hanno preso parte alla sfida altre 3 connazionali, tra cui Katia Figini, una delle atlete italiane di punta: la donna che ha conquistato più podi nelle gare nei deserti”. “In Monzambico – continua l’ultra runner – oltre all’aspetto prettamente sportivo, abbiamo vissuto dei momenti a stretto contatto con la gente del posto, persone di grande cuore capaci di condividere anche quel poco che hanno senza chiedere nulla in cambio. Ci sono stati, inoltre, dei significativi momenti di solidarietà all’interno delle scuole”. Poi Pasini racconta un aneddoto: aver viaggiato per otto ore su un autobus di linea. “Mi traferivo tra Jangamo e Maputo ed ero l’unico bianco su quel pullman, eppure non ho avvertito nei miei confronti nessuno sguardo particolare, anzi in tutti ho riscontrato grande dignità e apertura verso l’altro”. La suaimpresa sportiva era stata presentata ai primi di luglio all’interno della Sala Giunta del Palazzo Municipale di Cattolica l’Amministrazione Comunale ha concesso, infatti, il patrocinio alla sfida dei “cinque continenti” dell’atleta cattolichino. Il primo appuntamento per Pasini si era svolto a Tromsø, una città della Norvegia settentrionale a 300 km dal polo nord tra il 13 ed il 15 luglio scorsi, mentre la prossima ultramaratona lo vedrà impegnato in Vietnam e Cambogia (25-28 Marzo).