Cattolica. Possibili infiltrazioni mafiose: chiusa sala slot

Chiuse tre sale giochi e slot: quelle situate a Rimini, nella zona della stazione, a Cattolica e quella stagionale a Bellaria. E’ stato il questore Maurizio Improta a revocare le tre licenze. Il provvedimento, che è stato eseguito dagli uomini della Polizia amministrativa guidati da Achille Zecchini, è nato da una misura antimafia emessa dal prefetto di Ravenna, Francesco Russo. L’interdittiva prefettiva antimafia, questo il nome, è una misura a carattere preventivo.