Cattolica. Procedura sfratto anziana: puntualizzazione dell’Acer

In riferimento alla procedura di sfratto attualmente in corso concernente un’anziana signora residente in un alloggio di proprietà del Comune di Cattolica, l’Amministrazione Comunale, d’intesa con Acer Rimini ritiene opportuno precisare che l’attivazione di tale procedura – rientrante nella competenza di Acer in quanto Ente delegato alla gestione degli alloggi di proprietà comunale – si è resa necessaria al fine di dar seguito alle disposizioni previste dal nuovo “Regolamento comunale per l’assegnazione di alloggi di proprietà comunale non inclusi in regime di Edilizia Residenziale Pubblica”, approvato in Consiglio Comunale nell’anno 2014 su proposta della precedente giunta Cecchini.

L’attuale Amministrazione Comunale si è pertanto limitata a garantire il regolare svolgimento delle procedure conseguenti all’applicazione del nuovo regolamento, che purtroppo hanno comportato l’attivazione di iter in sede giudiziaria anche a causa della mancata liberazione degli alloggi da parte dei precedenti assegnatari.

Per concludere, nel caso specifico è fondamentale evidenziare che l’Amministrazione Comunale, al fine di superare la situazione di disagio abitativo, si è prodigata sin da subito affinché fosse garantita alla signora una soluzione adeguata alle sue esigenze, la quale non ha tuttora ritenuto di accettare la proposta abitativa fornita dall’Amministrazione.

      Il presidente di Acer Rimini                                        L’Assessore Politiche per la Casa

             Riccardo Fabbri                                                                 Patrizia Pesci