Cattolica. Salute del mare, Cattolica promossa a pieni voti

I bollettini di balneazione hanno “sorriso” alla Regina

Salute del mare, Cattolica promossa a pieni voti

I vari rilevamenti effettuati da Arpae in questa stagione estiva mettono in risalto la buona qualità delle acque. La stagione estiva non ha fatto registrare nessuna criticità: non accedeva dal 2012. Il Sindaco: “Grande risultato da mantenere nel tempo come impegno per le generazioni future”

CATTOLICA, 25 Settembre 2018 – Gode di ottima salute lo specchio di mare cattolichino e viene “promosso” a pieni voti. È quanto emerge dai risultati diffusi nei vari bollettini di balneazione redatti da Arpae. Nessuna “sbavatura”, nessuna criticità, è stata evidenziata in questa stagione estiva appena conclusasi. Una buona notizia per residenti, per quanti operano nel settore turistico e per i villeggianti che scelgono la Regina dell’Adriatico come meta per i loro bagni.

“Sono molto felice è soddisfatto per questa notizia – dice il Sindaco Mariano Gennari – che torna ripetersi a distanza di sei anni. Era il 2012 quando si verificò questo stesso risultato. Anche se abbiamo solo circa 2 km di costa, dobbiamo fare i conti con i nostri tre fiumi. Deve essere dunque una sfida per un lavoro di miglioramento continuo e duraturo nel tempo verso la sostenibilità ambientale come impegno per per le nuove generazioni.

Va ricordato che Cattolica ha ricevuto quest’anno per la sua 22esima Bandiera Blu per la qualità delle acque di balneazione ma anche per il buon livello dei suoi servizi turistici. “Insieme alle istituzioni sovracomunali il comune è attento a queste problematiche – continua Gennari – e per mantenere la qualità dal nostro mare si sta lavorando su diversi fronti, tra cui anche a progetti d’intercettazione delle acque con vasche di contenimento. L’Amministrazione si pone degli obiettivi importanti e deve poter contare sulla cittadinanza con il coinvolgimento della comunità dove ognuno fa la sua parte per ripetere anche il prossimo anno questo straordinario risultato”.