CATTOLICA. Scuole cattolichine, interpellanza del Consigliere comunale Federico Vaccarini (Partito Democratico)

Nel Consiglio Comunale di lunedì sera ho presentato un’interpellanza a nome del Partito Democratico – afferma il Consigliere comunale Federico Vaccarini – per chiedere quale sia la situazione delle scuole cattolichine e in particolar modo quella della Scuola primaria Repubblica in vista della ripartenza scolastica che sarà tra soli due mesi. Nello scorso anno scolastico infatti alcuni spazi del plesso sono rimasti chiusi a fronte delle valutazioni tecniche scaturite dalle verifiche di vulnerabilità sismica e statica sugli edifici scolastici. Nel mio intervento ho in particolar modo sottolineato come sia di prioritaria importanza la pianificazione degli spazi e delle attività didattiche considerate le nuove linee guida varate dal Ministero dell’Istruzione che contengono alcune indicazioni che comportano di dover fin da ora pensare a come rispondervi, ad esempio la necessità di garantire il distanziamento sociale tra i bambini e le bambine all’interno dell’aula separando i banchi tra di loro. La scuola vive grazie ai suoi insegnanti e proprio con loro e con le famiglie auspico possa esserci una collaborazione al fine di individuare soluzioni che tengano conto delle reali esigenze didattiche di chi abita quotidianamente i suoi spazi, i bambini, le bambine e i loro insegnanti.

Inoltre ho chiesto se è già stato elaborato o se sia in fase di elaborazione un eventuale progetto di costruzione di una nuova scuola primaria sul terreno sito in Via Dalla Chiesa dato che in precedenza era stata ventilata questa ipotesi. L’imminente inizio dell’anno scolastico – prosegue il Consigliere comunale Federico Vaccarini ­– pone certamente come prima esigenza quella di salvaguardare la sicurezza dei bambini, delle bambine e del corpo docente, ma la proposta di spostare la Scuola Repubblica da dov’è attualmente pone alcune perplessità; la scuola infatti oltre ad essere un importante luogo educativo si connota anche come un servizio di prossimità per le famiglie (pensiamo a quante automobili in più si dovrebbero muovere per raggiungere la nuova ubicazione congestionato una zona di per sé già ingolfata negli orari di ingresso e di uscita dalle vicine scuole già presenti in quell’area) e a quanto sia importante per i bambini e per le bambine sviluppare le prime autonomie recandosi a piedi a scuola (prima con i genitori e poi anche da soli o con gli amici e le amiche) valorizzando iniziative come quelle del Piedibus.

Inoltre, Cattolica ha la fortuna di avere un Centro Culturale Polivalente in cui sono collocate una delle biblioteche più grandi della Provincia di Rimini e il Teatro della Regina in cui ogni anno vengono realizzati numerosi spettacoli; il fatto di avere una Scuola primaria vicino a questi servizi è sicuramente un’opportunità per tutti i bambini e per tutte le bambine che la frequentano. A fronte di ciò, – conclude il Consigliere comunale Federico Vaccarini – laddove sia necessario costruire una nuova scuola al fine di garantire la piena sicurezza, sarebbe auspicabile che questa venisse costruita nell’attuale sede in modo tale da coniugare i requisiti di carattere strutturale con le opportunità educative e formative offerte dall’area in cui la scuola è attualmente ubicata nonché con la necessità di rispondere ai bisogni delle famiglie a cui giova avere una scuola sicura e facilmente raggiungibile , anche a favore di forme di mobilità sostenibile.

Federico Vaccarini – Consigliere Comunale Partito Democratico di Cattolica

Lascia un commento