Cattolica. Sequestri e controlli della Capitaneria di porto sui prodotti ittici

Cinque quintali di pesce e molluschi non a norma, destinati a imbandire le tavole tra Natale e Capodanno, sequestrati dalla Guardia costiera di Cattolica. Scattate anche multe salatissime, per un ammontare complessivo di 7.600 euro. L’operazione, coordinata dalla direzione marittima di Ravenna, ha coinvolto l’intero litorale emiliano-romagnolo. Ispezionando le celle frigorifere, gli uomini della Capitaneria di porto hanno scoperto 430 chilogrammi di pesce fresco e congelato, conservato oltre la data di scadenza. Tutto il pescato è stato posto sotto sequestro e nei prossimi giorni verrà consegnato a una ditta specializzato per la distruzione. Il commerciante si è invece ritrovato con una multa da 3.100 euro. I controlli hanno quindi portato la Guardia costiera in un centro di spedizione della zona. Qui sono stati rinvenuti 80 chilogrammi di vongole prive dei requisiti di tracciabilità. In questo caso la sanzione è stata di 1.500 euro, oltre al sequestro del prodotto.