Cattolica. Siccità: ecco i comportamenti da tenere per evitare restrizioni nell’uso dell’acqua

La perdurante siccità comincia a creare seri problemi. In Emilia Romaga ad esempio sono partite severe restrizioni in alcuni Comuni. i Sindaci dei cinque Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense ad esempio, con fasce orarie differenti a seconda della disponibilità idrica, hanno fatto scattare fino al 15 settembre, le ordinanze per limitare il consumo dell’acqua erogata dagli acquedotti comunali per usi che non siano domestici, alimentari e igienico-sanitari. Ancora nelle nostre zone non siamo chiaramente in questa fase, ma per evitare future possibili restrizioni ci sono alcuni comportamenti che possiamo tenere. Consigli di buonsenso che dovrebbero valere sempre e comunque. Eccoli:

Per quanto riguarda il singolo cittadino questi sono i consigli utili per combattere gli sprechi ed evitare usi impropri dell’acqua.

 

Lavaggio denti. Lavarsi i denti tenendo il rubinetto aperto fa sprecare circa 40 litri d’acqua alla volta; l’associazione consiglia di utilizzare lo spazzolino inumidito col solo dentifricio e risciacquare soltanto alla fine;

Barba. Per farsi la barba è sufficiente colmare il lavandino d’acqua, chiudendolo col tappo, e poi lasciarla scorrere terminata la rasatura;


Frutta e verdura. Dopo aver lavato frutta e verdura non buttate l’acqua utilizzata; possiamo riutilizzarla per innaffiare le piante.


Doccia. Si consiglia di preferire la doccia al bagno: è sicuramente più veloce e fa risparmiare fino a 100 litri d’acqua alla volta;


Elettrodomestici. Utilizzate lavastoviglie e lavatrice a pieno carico; così si arriva a risparmiare fino a 11.000 litri d’acqua all’anno;


Valvola. Prima di partire per le vacanze si consiglia di chiudere la valvola centrale dell’acqua, anche per evitare rotture improvvise nell’ impianto idraulico;


Rubinetti. Controllare che non perdano acqua, in caso contrario chiedere l’aiuto di un idraulico esperto. Un rubinetto che gocciola può far sprecare fino a 4.000 litri d’acqua in un anno, un W.C. che perde può arrivare addirittura a consumare fino a 100 litri d’acqua al giorno.


“Frangiflutti”. Applicare un frangiflutti al rubinetto riduce la fuoriuscita dell’acqua e può far risparmiare fino a 6.000 litri d’acqua all’anno per ogni famiglia;


Acqua di cottura. Le massaie insegnano che l’acqua utilizzata per la cottura della pasta è un ottimo sgrassante e permette di lavare piatti e bicchieri senza eccessivo uso di detersivo.