Cattolica. Tornano le truffe con gli appartamenti fantasma

Incredibile storia appresa direttamente dall’Ansa che ci ricorda di fare attenzione in estate alle truffe “vacanziere”. Parliamo del caso di una 30enne reggiana che aveva versato una caparra di 380 euro per l’affitto di un appartamento in quel di Cattolica. Tutto normale: contatto per mail e rassicurazioni varie. Poi l’arrivo del momento di arrivare in vacanza e colui che doveva affittare la camera si rende irreperibile. Dopo alcune verifiche la consapevolezza di essere stata truffata. In seguito i carabinieri sono riusciti a scoprire che chi effettuava questi raggiri era un 37enne di Pozzuoli (Napoli): si tratta di un personaggio già noto per questo genere di episodi con protagoniste spesso le città della Romagna quale teatro. Per lui è scattata la denuncia a piede libero. L’occasione è buona per ricordare a tutti di tenere gli occhi aperti.

Dior

Lascia un commento