CATTOLICA. Unità di intenti per la riqualificazione del waterfront

Confronto con i rappresentanti di bagnini e chioschisti. Esaminate le peculiarità del progetto del nuovo lungomare Rasi-Spinelli. Soddisfazione per maggiori accessi al mare, predisposizione di soste per i bus turisti e per il carico e scarico merci. Unanime consenso per aver circoscritto le licenze alle uniche attività già presenti sull’area. Il Sindaco Gennari: “Confronto costruttivo dedicato ad un intervento che rappresenterà il rilancio della città e la ripresa post Covid”
CATTOLICA, 07 Aprile 2021 – Il nuovo lungomare Rasi-Spinelli è stato l’argomento al centro di un recente confronto tra l’Amministrazione Comunale e i rappresentanti di categoria dei bagnini, Roberto Baldassarri, Davide Prioli, Mauro Monaldi e Mirella Masi, il Presidente dell’Associazione Albergatori Massimo Cavalieri ed Enrico Giovannetti, neo eletto rappresentante dell’associazione chioschisti di spiaggia. L’appuntamento si è svolto con la partecipazione del Primo cittadino, Mariano Gennari, ed dell’Assessore al turismo ed attività economiche, Nicoletta Olivieri, per illustrare nel dettaglio i punti salienti previsti dal progetto di questa nuova opera cattolichina.
“L’approvazione del progetto definitivo per la riqualificazione del waterfront – ha sottolineato il Sindaco Gennari – darà il via alla redazione del nuovo piano dell’arenile che, specialmente nella zona di levante, non è mai riuscito con le precedenti amministrazioni a creare la spinta giusta per smuovere gli investimenti privati per una rigenerazione degli stabilimenti balneari”.
La morfologia del nuovo lungomare, con numerosi e più ampi accessi al mare, farà da anello di congiunzione tra la città e l’arenile. Si creerà così l’occasione di una ristrutturazione armonica delle strutture con l’architettura del waterfront. La scelta di mantenere un transito leggero ed una razionalizzazione della sosta dei veicoli va nella direzione di privilegiare una mobilità dolce. Nelle strategie dell’Amministrazione, infatti, vi è la progettazione di una “circolare green” che potrà dare risposta ai turisti ed a chi si sposta anche dai centri limitrofi per raggiungere il mare. Accolta con favore, durante il confronto, la presenza di stalli riservati a bus turistici e parcheggi per il carico e scarico merci pur regolamentati da orari prestabiliti. Unanime il consenso anche per aver circoscritto le licenze alle uniche attività già presenti sull’area.
“Adesso è il momento della coesione e dell’unanimità di intenti – ha proseguito il Primo cittadino – e momenti costruttivi come questo sono la giusta maniera di porsi nei confronti di un’opera che rappresenterà un volano per la ripartenza post Covid della nostra città”.
“Siamo contenti che si sia svolto questo confronto – ha commentato il Presidente della Cooperativa Bagnini, Roberto Baldassari – attraverso il quale abbiamo potuto chiarire aspetti progettuali e logistici importanti per la nostra categoria, crediamo che tutto ciò faccia da volano alla riqualificazione degli stabilimenti di levante come è già avvenuto in altri comuni e nella nostra zona di ponente”. “Come Presidente degli albergatori di Cattolica – ha sottolineato Massimo Cavalieri – non posso che appoggiare a prescindere qualsiasi operazione che possa migliorare la nostra città. Questo non toglie il fatto che questo cambiamento possa comportare delle difficoltà, ma grazie a questi tavoli si potranno trovare soluzioni”. “Anche noi siamo soddisfatti per aver potuto sottoporre eventuali problematiche da risolvere e per l’operato portato avanti da questa Amministrazione”, ha concluso Enrico Giovannetti per i chioschisti di spiaggia.

Lascia un commento