Cattolica. Violenza sessuale su 18enne: si cercano testimoni

18enne stuprata: sarà la prova del Dna a chiarire definitivamente chi la ha aggredita qualche giorno nei bagni della stazione ferroviaria di Cattolica. Gli investigatori della Squadra mobile nei prossimi giorni sentiranno la giovane vittima e sono al lavoro per visionare le telecamere della zona e invitano possibili testimoni a farsi avanti. Soprattutto visto che il violentatore potrebbe essere uno che frequenta la stazione da mesi. La giovane è arrivata in Italia come richiedente asilo e a Cattolica segue un tirocinio di avviamento al lavoro, presso un negozio della zona. Secondo un primo racconto fatto dalla vittima, aveva conosciuto il giovane africano il giorno prima dell’agguato. Si erano scambiati solo qualche frase, ma il giorno dopo quando nel tardo pomeriggio era uscita dal negozio, aveva trovato lui ad aspettarla. Il ragazzo l’aveva quindi accompagnata alla stazione degli autobus, dove lei avrebbe preso un autobus per rientrare in comunità. Ma lui le ha chiesto se sapeva dove fossero i bagni pubblici, lei lo aveva accompagnato e qui è avvenuta la violenza.