Coronavirus cinese: San Marino corre ai ripari

Infezione da coronarovirus:
già attivo il Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie
Si è riunito oggi il Gruppo di Coordinamento per le emergenze sanitarie – composto dalle direzioni
sanitarie dell’Istituto per la Sicurezza Sociale, dall’Authority Sanitaria e dalla Protezione Civile – a
seguito della comunicazione, giunta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sull’infezione da
un nuovo coronavirus (2019-nCoV) sviluppatasi in Cina nella Città di Wuhan.
Scopo dell’incontro è stato analizzare la situazione segnalata dall’OMS e adottare gli opportuni
provvedimenti per rassicurare la cittadinanza e predisporre gli interventi per contenere ogni
possibile rischio per i sammarinesi.
Al momento, infatti, non risultano casi accertati né in Europa, né in Italia, tuttavia sono state
predisposte una serie di azioni da parte del Gruppo, fra cui una scheda informativa per tutti gli
operatori sanitari, raccomandazioni per chi intende intraprendere viaggi in Cina e contatti con i
presidi italiani preposti in queste circostanze.
Le raccomandazioni standard emanate dall’OMS (https://www.who.int/health-topics/coronavirus),
per prevenire la diffusione dell’infezione, comprendono il lavaggio regolare delle mani e la
copertura della bocca e del naso quando si tossisce e starnutisce. Si ricorda che tra le misure
profilattiche è compresa la vaccinazione antinfluenzale.
Anche il Ministero della Salute italiano ha emanato una circolare con le indicazioni per chi volesse
mettersi in viaggio da e verso i luoghi dove si è manifestato il focolaio.
Il Gruppo di Coordinamento opererà in stretto contatto con le Segreterie di Stato competenti (Esteri
e Sanità), con l’OMS e con la Protezione Civile italiana e resta attivo per il monitoraggio della
situazione e gli eventuali interventi necessari.
San Marino, 23 gennaio 2020