Coronavirus, i fatti del giorno. In Giappone i detenuti producono mascherine e tute

10:21 – Istat: passeggeri trasporti aerei -85% a marzo – A marzo sono stati cancellati due voli su tre (66,3%) e i passeggeri sono diminuiti dell’85% (da circa 14 milioni a poco più di 2 milioni) rispetto allo stesso mese del’anno scorso. Il dato è stato diffuso oggi dall’Istat. Da poco meno di 460 mila passeggeri in arrivo e partenza negli aeroporti italiani di domenica 23 febbraio 2020, si è passati ai 6,8 mila di domenica 29 marzo

9:28 – Coronavirus: Corea Sud, zero casi interni, apre scuole – La Corea del Sud ha registrato ieri zero nuovi casi interni di coronavirus per il secondo giorno di fila e solo tre importati che, nel complesso, rappresentano i minimi dai due contagi accertati il 18 febbraio. Con un totale di 10.804 infezioni, secondo gli aggiornamenti del Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), il governo ha deciso di allentare le regole sul distanziamento sociale consentendo il ritorno a scuola da mercoledì 13 maggio, parte del nuovo “schema di quarantena della vita quotidiana”.

9:09 – Conte, italiani responsabili ma strada lunga – “Gli italiani hanno mostrato, complessivamente, un grande senso di responsabilità. Nella reazione dei cittadini ho colto grande voglia di ripartire, ma anche consapevolezza che bisogna farlo nel rispetto delle regole”. Così in un’intervista al quotidiano online Affaritaliani.it il premier Giuseppe Conte. “Gli spostamenti sui mezzi pubblici e il ritorno al lavoro di milioni di persone si stanno svolgendo senza eccessivi disagi. È un primo passo incoraggiante, ma non dimentichiamo che la strada è lunga e non dobbiamo mai abbassare la guardia”.

4:48 – In Giappone i detenuti producono materiale protettivo – Mascherine e tute protettive per il settore medico saranno prodotte dai detenuti in Giappone per fronteggiare l’emergenza della pandemia di coronavirus. Già a partire da metà marzo sette carceri, tra cui quelli situate nelle prefetture di Aomori e Kyoto, avevano iniziato a produrre 66mila mascherine al mese, mentre i penitenziari di Osaka e Yokohama avevano realizzato tute protettive per le strutture mediche. Il ministero della Giustizia ha indicato oggi che entro la fine di ottobre verranno prodotti 1,2 milioni di camici per il personale degli ospedali. I detenuti di 41 carceri dotati di strutture per la manifattura tessile saranno responsabili per il taglio della stoffa, la cucitura e la rifinitura degli abiti, che saranno poi devoluti agli ospedali tramite il ministero della Salute.

2:57 – Coronavirus: Usa,1.015 morti 24h,dato più basso 1 mese – Nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti il coronavirus ha fatto 1.015 vittime, il dato più basso da un mese a questa parte. E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University.

00:51 – Spadafora,mi auguro campionato riprenda ma in sicurezza – “Entro questa settimana avremo un responso dal Cts sul protocollo della Figc. E’ stato fatto un buon lavoro, si troverà una soluzione”:così il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora a “Frontiere” su Rai 1. “Mi auguro che il campionato riprenda – ha aggionto – ma deve avvenire in sicurezza. Lavoreremo perchè questo avvenga”.

00:25 – Coronavirus: oltre 250 mila i morti nel mondo – Sono oltre 250mila i morti a causa del coronavirus nel mondo. E’ quanto risulta dai dati della Johns Hopkins University. Si tratta di 250.687 vittime e 3.573.864 casi.

   


Fonte originale: Leggi ora la fonte