Cattolica. Coronavirus, il punto della mattina. Nuovi contagiati ma il dato era atteso: ecco perché

Nella giornata di ieri l’AUSL Romagna, sede di Rimini ha comunicato gli ultimi aggiornamenti sulla situazione sanitaria nella provincia segnalando 9 nuovi casi di positività al coronavirus registrati nella provincia di Rimini dal 25 febbraio, comunicati dalla Regione.

In un quadro complessivo, dunque, nella dimensione provinciale riminese le persone diagnosticate sono 33, di cui 31 residenti in provincia di Rimini, il cittadino sammarinese, purtroppo deceduto, ed il cittadino della provincia di Pesaro Urbino ricoverato all’Ospedale di Rimini.

Dei 9 nuovi casi 3 pazienti sono ricoverati in ospedale e gli altri 6 sono a domicilio poiché senza sintomi o aventi sintomi lievi.

L’AUSL precisa, al riguardo, che rispetto a questi 9 nuovi casi, dal punto di vista epidemiologico, si tratta di un dato atteso. Si è, infatti, messa in atto una ricerca attiva dei casi, effettuata attraverso il tampone in tutti i pazienti per i quali, dal punto di vista clinico, vi sia un fondato sospetto di positività. Questa procedura è mirata alla sicurezza dei pazienti e dei cittadini e al contenimento della ulteriore diffusione della malattia.

Rispetto ai 9 nuovi casi positivi 5 sono maschi, di età compresa tra i 30 e gli 82 anni, e 4 donne di età compresa tra i 25 e gli 80 anni.

Sempre ieri sono stati dimessi, dal reparto di Malattie infettive dell’Ospedale di Rimini, altri 5 pazienti, che si aggiungono a quelli di martedìa: quattro donne ed un uomo.