Coronavirus, la Cina tagliò l’export di forniture mediche

La Cina ha tagliato le sue esportazioni di forniture mediche “prima di notificare all’Oms che il Covid-19 era contagioso”. Lo sostiene un rapporto del governo Usa su Pechino e il coronavirus di cui la Cnn ha rivelato qualche stralcio e che ieri notte il presidente Trump ha dichiarato che sarà diffuso a breve. Secondo una fonte dell’amministrazione vicino al dossier, la Cina “ha pubblicamente sempre negato di aver imposto un bando sull’esportazione di mascherine e altre forniture mediche”.

In sostanza, la Cina ha tenuto nascosta la gravità del coronavirus e quanto fosse contagioso per accumulare le scorte di forniture e apparecchiature mediche necessarie. E’ la convinzione della autorità americane secondo un documento del Dipartimento della Sicurezza Nazionale datato 1 maggio e riportato dall’Associated Press sul proprio sito.
I leader cinesi hanno “deliberatamente nascosto la gravità” del coronavirus al resto del mondo agli inizi di gennaio, si legge. Mentre minimizzava il virus, la Cina aumentava le importazioni e riduceva le esportazioni di forniture mediche.
Nel documento la Cina è accusata anche di non aver informato l’Organizzazione Mondiale della Sanità sul fatto che il virus fosse “contagioso” per gran parte del mese di gennaio.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte