Degustazioni e spettacoli per bicentenario Pellegrino Artusi

(ANSA) – BOLOGNA, 28 LUG – A 200 anni dalla nascita,
Forlimpopoli (Forlì-Cesena) celebra il suo cittadino più
celebre, Pellegrino Artusi, con un’edizione speciale, la
ventiquattresima, de ‘La Festa Artusiana. Cultura a tavola’: dal
primo al 9 agosto nove giorni “in piena sicurezza” di convegni,
spettacoli, degustazioni e concorsi culinari, ma anche un
francobollo, dedicati al padre della cucina domestica italiana.
    Tra le principali novità dell’edizione 2020 gli show-cooking,
con chef che tutte le sere presentano l’arte della loro cucina,
e il tentativo di entrare ne Guinness dei Primati con la ‘Sfoglia più lunga del mondo’, battendo l’attuale record di 130
metri. In programma anche il Premio Marietta per cuochi non
professionisti, il recital di Maria Pia Timo, illusionisti e
clowneria, comicità e trasformismo. Inoltre, durante i giorni
della Festa, faranno tappa a Forlimpopoli il road show
dell’enogastronomia Tramonto DiVino (il 4 agosto in piazza
Garibaldi) e la rassegna culturale diretta da Elisabetta Sgarbi ‘La Milanesiana’ (5 agosto) con Oscar Farinetti, Camilla
Baresani e Giulio Ferroni.
    “Il 2020 è un anno importante per le celebrazioni illustri
della nostra regione – ricorda l’assessore regionale al turismo
Andrea Corsini – Si festeggiano anche gli anniversari di altre
grandi personalità della Romagna come Federico Fellini, Tonino
Guerra e Secondo Casadei. La produzione letteraria di Artusi,
poi, ha saputo scavalcare il tempo continuando a fare scuola,
stimolare la fantasia degli chef e far parlare nel mondo la
cucina emiliano-romagnola”. Basti pensare, aggiunge l’assessore
regionale all’agricoltura, Alessio Mammi, al suo manuale ‘La
scienza in cucina e l’arte di mangiare bene’, meglio noto come
l’Artusi, “che a 130 anni dalla prima pubblicazione resta ancora
oggi il capostipite dei manuali della cucina: 790 ricette che il
mondo ci invidia, realizzate con le eccellenze della nostra
agricoltura”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte