Enav: Simioni, vogliamo diventare modello sviluppo sostenibile

 “Enav non punta solo ad essere leader nel core business ma a diventare un modello nello sviluppo sostenibile”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Enav, Paolo Simioni, durante la terza edizione del Sustainability Day di Enav dal titolo ‘La Sostenibilità di Enav tra Covid e Climate Change nel futuro del trasporto aereo’, che si è svolto online. “Siamo una grande realtà di frontiera, impegnata sull’innovazione tecnologica, la digitalizzazione dei sistemi e la professionalizzazione delle risorse, ed ora anche in prima linea nella gestione dei velivoli a pilotaggio remoto, i droni, che rappresentano un settore in forte evoluzione, per il miglioramento dei servizi essenziali e strategici per le persone e l’Italia”, ha spiegato Simioni, concludendo: “Ci siamo allineati agli SDGs, definiti dall’Onu per promuovere il benessere umano e proteggere l’ambiente. Lo stiamo facendo con impegno e dedizione grazie ad un Piano Investimenti totalmente sostenibile che genererà impatti positivi per tutto il settore e per l’indotto”. Guardando alle emissioni dirette, entro il 2022, Enav sarà un’azienda ad “impatto climatico zero”, superando e anticipando di quasi 10 anni i target dell’Unione europea, è stato sottolineato durante il convegno.
    Nel 2021 saranno ridotte del 23% le emissioni dirette di CO2, fino ad arrivare all’80% nel 2022. Il restante 20% sarà compensato attraverso il finanziamento di progetti di tutela ambientale “a beneficio del sistema Paese ed internazionale”.
    
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte