F1: Austria; Giovinazzi, spero sempre di guidare una Ferrari

(ANSA) – ROMA, 09 LUG – L’esordio stagionale per l’unico
italiano in Formula 1 Antonio Giovinazzi è stato positivo. Nono
posto finale nel GP d’Austria e primi 2 punti raccolti nel
Mondiale di F1 con la sua Alfa Romeo Racing, grazie anche a un
sorpasso ai danni di Sebastian Vettel. “È stata una bella
soddisfazione – racconta a Sky il pilota di Martina Franca –
Quando mi sono ritrovato dopo l’ultima safety car, che ero con
le soft e anche lui era con le soft, sapevo che ero molto vicino
per far punti. E per conquistarli dovevo superare una Ferrari
che non è mai facile. Alla fine, però, andavamo più forte e sono
riuscito a superarlo in curva 4, in staccata. Poi ho passato
anche Kvyat. Siamo molto orgogliosi di quello che abbiamo
portato a casa alla fine del weekend”. Ci hai sperato di salire
sulla Ferrari che l’anno prossimo sarà di Carlos Sainz? “Sì, la speranza di salire su quella macchina c’è e ci sarà
sempre. È quello che ho in testa. Io non ho mai avuto niente di
facile nella mia carriera, magari non era il momento giusto
perché era troppo semplice in questo momento avere quel sedile.
    Ciò non toglie che in futuro potrà accadere ed è quello che ho
in testa: fare bene con l’Alfa, fare bene nella mia carriera e
un giorno magari avere quell’opportunità”.
    Magari un futuro non così lontano, le cose tra le Ferrari e
Vettel potrebbero inclinarsi già al termine di questa
stagione…
    “Mah, vedremo. Non mi voglio focalizzare tanto su quello –
conclude Giovinazzi – so benissimo che se farò del mio meglio e
farò degli ottimi risultati come quelli di domenica tante porte
si potranno aprire, soprattutto anche quella. Però per adesso mi
focalizzo sul mio lavoro”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte