Fiera Ragazzi, italiano Camelozampa tra vincitori premio Bop

(ANSA) – ROMA, 04 MAG – Annunciati nel giorno d’apertura
della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna, dal
4 al 7 maggio in versione online, i sei vincitori dell’ottava
edizione del Bop – Bologna Prize for the Best Children’s
Publisher of the Year, tra cui, per la sezione Europa, l’editore
italiano Camelozampa che dal 2011 pubblica albi illustrati e
romanzi.
    Istituito da Bologna Children’s Book Fair in collaborazione
con AIE – Associazione Italiana Editori e IPA – International
Publishers Association, il BOP premia per ciascuna delle sei
aree del mondo gli editori che più si sono distinti per il
carattere creativo, il coraggio e la qualità delle proprie
scelte editoriali nell’ultimo anno.
    Ecco i premiati: ?Per l’Africa il vincitore è African Bureau
Stories, Ghana, specializzata in libri per ragazzi realizzati da
autori e illustratori africani (www.africanbureau.com).
    Per l’Asia è Jieli Publishing House, Cina, casa editrice fondata
nel 1990 e specializzata in libri per bambini e ragazzi
(www.jielibj.com). Per l’Europa è Camelozampa, fondata nel 2011, casa editrice che pubblica albi illustrati e romanzi fonte di
ispirazione nella ricerca della felicità, la comprensione delle
diversità, la consapevolezza di sé. Tra i punti di forza della
casa editrice, la riscoperta di capolavori internazionali
(www.camelozampa.com). Per il Nord America premiato Les 400
coups, Canada, che celebra quest’anno i suoi 25 anni di attività
e offre una vasta gamma di albi illustrati non convenzionali
(www.editions400coups.com). Per il Centro e Sud America è il
Messico a vincere con Alboroto Ediciones, casa editrice che
offre ai giovani lettori libri di qualità, spesso incentrati su
temi sociali e di attualità (www.alborotoediciones.com). Per
l’Oceania è Windy Hollow Books, Australia, che pubblica albi
illustrati di qualità da 14 anni, lavorando con autori e
illustratori australiani (www.windyhollowbooks.com.au). (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte