Firenze, dicono no ai vaccini 450 famiglie

LO ZOCCOLO duro dei novax fiorentini è composto da 450 famiglie con figli da 0 a 6 anni. Il dato lo ha ricavato la Asl Toscana Centro dopo i primi controlli sulle scuole non dell’obbligo. Si tratta di meno di del 2% del totale dei bambini iscritti a nidi e materne nella provincia di Firenze (tranne Empoli), che sono in tutto 26mila.

Il termine per presentare i documenti di vaccinazione per accedere a nidi e materne scadeva il 10 settembre scorso, quindi ora si hanno a disposizione alcuni dati. Scuole e Asl si erano messe d’accordo con l’Ufficio scolastico e l’Anci perché da noi fosse percorsa una strada un po’ diversa da quella indicata nella legge nazionale. Gli istituti hanno inviato agli uffici di igiene la lista dei loro iscritti. I tecnici Asl hanno svolto le verifiche e inviati i nomi dei bambini sui quali erano necessari fare “ulteriori accertamenti”. Questo perché potevano non esserci dei documenti, ad esempio un codice fiscale, oppure non era certo se una mancata vaccinazione fosse legata a una patologia che la rendeva impossibile o ancora perché non risultavano richiami. Ebbene, all’azienda sanitaria per l’area fiorentina hanno lavorato su un elenco di 26mila bambini, quelli appunto che frequentano nidi e materne, su un totale di 40mila residenti tra 0 e 6 anni. Le posizioni da controllare perché mancava qualcosa sono state un po’ meno del 10%, cioè tra 2mila e 2mila e 500.

La maggior parte delle famiglie richiamate dall’azienda hadetto di voler fare il vaccino e di essere pronta prenotare. Ci sono genitori che hanno raccontato come nel giorno in cui avevano fissato l’appuntamento per l’iniezione, magari alcuni mesi fa, il figlio era malato e loro poi si sono dimenticati di riprenotare, chi ha detto di essere stato incerto ma ora di voler procedere. Insomma, tantissime famiglie sono disposte a mettersi in pari nei termini previsti dalla legge, e cioè entro fine marzo. Alcuni invece hanno subito fatto capire di non aver alcuna intenzione di vaccinare e magari hanno già chiesto di rinviare un primo appuntamento con l’ufficio di igiene dicendo di essere impegnati. Si tratta di circa 450 persone e la Asl ritiene che appunto si tratti dei novax determinati, molto difficili da convincere. Tra l’altro molti di loro erano già noti alla Asl, grazie ai registri dei vaccinati. Come si vede il numero non crea problemi all’effetto gregge del 95%, perché rappresenta molto meno del 5%. Al numero assoluto andrà aggiunto, più avanti, anche quello dei giovani tra 7 e 16 anni che i genitori non vogliono vaccinare. A quel punto si avrà il totale dei novax fiorentini.

FONTE. Repubblica.it