Furto finisce nel sangue: orefice spara e uccide un bandito

Tragedia in una gioielleria. Il titolare Daniele Ferretti ha ferito a morte uno dei due rapinatori che avevano cercato di mettere a segno un colpo nel suo negozio. L’altro è riuscito a fuggire. Il fatto è accaduto in via Battelli a Pisa dopo le 19,30, quando l’oreficeria stava per chiudere. I due malviventi, secondo alcuni testimoni stranieri, avrebbero impugnato delle armi ma non è chiaro se fossero vere o meno. Polizia e carabinieri hanno cercato a lungo la persona in fuga. Si è allontanata a piedi ma probabilmente dopo è salita su un’auto o su un altro mezzo per darsi alla fuga. Ferretti ha 69 anni e aveva subito già alcune rapine, l’ultima delle quali nel gennaio 2016. Nel 1999 venne accoltellato e ferito gravemente, tanto da essere ricoverato in rianimazione. Questa sera con lui in negozio c’era la moglie. Sono stati portati nella caserma dei carabinieri, che stanno ricostruendo quanto successo. Ferretti ha usato una pistola che detiene regolarmente. A terra, sono stati trovati alcuni bossoli ma non è chiaro se appartengano tutti all’arma del gioielliere.

Lascia un commento