Gabicce. Che cosa resta dopo l’incendio che ha divorato il paradiso

Solo ieri è stato spento l’incendio scoppiato sul Colle San Bartolo, fra Pesaro, Casteldimezzo e Fiorenzuola di Focara. Settanta persone fra residenti di Casteldimezzo e turisti di un camping sono state evacuate nella notte dai vigili del fuoco e dalla Protezione civile e portate nel vecchio Palasport. Nessun ferito ma tanta, tantissima paura e un danno ambientale e d’immagine incalcolabile perché parliamo di un paradiso, una delle zone più belle dell’intera zona. L’incendio si è esteso in orizzontale, lungo la falesia. E ne ha divorati circa 125 ettari, un decimo del parco che è pari a 1.700 ettari. Incredibile, drammatico: non ci sono altre parole. La fortuna se così si può dire e che case e infrastrutture non hanno subito danni: tutti i ristoranti, compresi la Taverna del pescatore e quelli di Vallugola sono di nuovo funzionanti. E i residenti sono tornati alle loro case. Resta da capire che cosa sia accaduto e se quanto accaduto sia o meno di origine dolosa.