Gabicce. San Bartolo: ambientalisti contro la decisione di permettere ai cacciatori di abbattere i cinghiali

Le più importanti associazioni animaliste pesaresi, capeggiate dall’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali), hanno duramente contestato la decisione dell’area protetta del San Bartolo di permettere all’Urca (Unione regionale cacciatori Appennino) di abbattere i cinghiali presenti in zona. Evidenziato il disagio avvertito dai frequentatori della falesia di camminare in mezzo agli spari, e chiedono al Parco di sospendere immediatamente la caccia per valutare soluzioni meno cruente.

(foto generiche e d’archivio)