Gabicce. San Bartolo, foto e selfie sulle “macerie” post rogo

Dopo il rogo la strada provinciale è tornata ad essere battuta in maniera incessante da tantissimi curiosi che si sono organizzati per vedere cosa rimane della devastazione. Foto, selfie e chi più ne ha, più ne metta. Sul gusto e la bontà di tutto questo non ci esprimiamo, ma prendiamo atto. A fronte del rischio smottamenti nella falesia, sono già stati presentati progetti di messa in sicurezza delle due scarpate che reggono gli abitati di Fiorenzuola di Focara e Casteldimezzo per 8 milioni circa di euro. E a Casteldimezzo nonostante i divieti secondo diverse testimonianze la gente si calava persino con la corda per raggiungere la spiaggia interdetta dalle ordinanze. Dal week end comunque la strada è riaperta. C’è insomma una gran voglia di tornare alla normalità, di tornare a parlare della partita della domenica o della corsa. Invece inevitabilmente i discorsi dei residenti continuano a tornare a quel maledetto giorno che rimarrà scolpito nella mente di tutti per i giorni a venire.