Gemmano. L’ex sindaco querela Rai tre: “Riprese non autorizzate nella cripta Mussolini”

L’ex sindaco di Gemmano, Edda Negri Mussolini e nipote del Duce denuncerà ‘Agorà’ di Rai 3, che ha mandato in onda alcune riprese realizzate all’interno della cripta di famiglia, a Predappio. “La famiglia Mussolini – scrive la Negri su Facebook – ha dato mandato ai propri legali per agire nei confronti della Rai, del presidente dell’Anpi Forlì-Cesena, Miro Gori, e del sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti (Pd). Risponderanno in tribunale di questa gravissima provocazione. Quella non è solo la tomba di Mussolini, come è stato erroneamente detto, quella è la tomba della famiglia Mussolini. Lì sono sepolti i miei genitori, i miei zii, i miei bisnonni, i miei cugini e i miei nonni. Molte persone non vanno lì solo a trovare mio nonno ma anche gli altri componenti della famiglia. Persone che possono essere di idee differenti, ma sempre nel rispetto del luogo e di chi vi è sepolto. Ho sempre detto e continuerò a ripeterlo ci vuole rispetto dei luoghi sacri, delle persone morte e vive. In questo caso non vi è stato rispetto per nessuno. Una provocazione che in questo momento così delicato, poteva essere evitata. Prima di commettere delle azioni bisogna pensare che ogni atto avrà una reazione, bella o brutta che sia. Lì vi sono dei morti che chiedono rispetto”.